. .

Funzioni:

The page is printed

Eco Plus

La modalità di trasporto più “green” al mondo ora ancora di più

I treni merci di DB Schenker eliminano ogni giorno dalle strade europee l’equivalente di 85.000 viaggi camionistici e quindi sono in grado di evitare quasi 20.000 tonnellate di emissioni di CO₂ al giorno.

Ma questo è solo l'inizio, con Eco Plus è possibile trasportare merci completamente in assenza di carbonio.

Su tutte le rotte tedesche, per tutte le merci

Eco Plus è disponibile su tutte le rotte in Germania, sia per i collegamenti di trasporto esistenti che per quelli nuovi, indipendentemente dal tipo e la quantità di merce che si sta movimentando.

I treni merci senza emissioni di CO₂

DB Schenker calcola l'energia elettrica consumata da ciascun trasporto secondo il percorso e il tipo di merce. Si offre quindi un preventivo individuale, in cui il risparmio di energia avviene tramite l’uso di energia elettrica tratta da fonti “green”. DB Energie GmbH procura la quantità di energia elettrica “green” necessaria per le spedizioni e la immette nella sua rete elettrica ferroviaria, sostituendo la stessa quantità di energia elettrica non “green” utilizzata dal sistema ferroviario. Questa elettricità “green” proviene da fonti locali, più in particolare da centrali idroelettriche. Il calcolo, la generazione di energia, di alimentazione e i metodi di fatturazione sono stati tutti testati da TÜV SÜD. Certificati individuali sono forniti ai clienti.

Si beneficia del bilancio di carbonio in tre modi

Il grande vantaggio di Eco Plus è di essere in grado di fermare le emissioni di anidride carbonica nocive che vengono compensate in seguito. Inoltre, il 10 per cento delle entrate da Eco Plus supportano la costruzione di impianti per la generazione e lo stoccaggio di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Il terzo aspetto è che un maggiore uso di elettricità “green” costituisce un esempio importante nel mercato tedesco, perché la crescente domanda crea l'incentivo per espandere la produzione di elettricità “green”.

Ultimo aggiornamento: 12.08.2014

Torna all'inizio della pagina